NEWS&PRESS

Contributo a fondo perduto a favore di imprese con peggioramento del risultato economico dovuto al COVID 19

Con il DM del 12.11.2021 il MEF ha definito le percentuali per il calcolo del contributo a fondo perduto, cosiddetto "perequativo", a favore delle imprese che hanno visto una riduzione del risultato economico 2020 rispetto al 2019 di almeno il 30%.



GIAMPAOLO SANTINELLI



DATA DI PUBBLICAZIONE
Venerdi 19 Novembre 2021, ore 8:00


PAROLE CHIAVE
Notizie Tecniche, Credito e Finanza, Finanza Agevolata


ALLEGATI
FondoPerduto_MEF.pdf (1.1MB)


STAMPA
Versione stampabile

Si ricorda che il DL 73/2021 (Decreto Sostegni-bis) ha stabilito che possono usufruire del contributo in questione gli esercenti attività d’impresa / lavoro autonomo / titolari di reddito agrario con:

- ricavi / compensi 2019 non superiori a € 10 milioni;

e

- peggioramento del risultato economico 2020 rispetto a quello 2019 in misura pari o superiore alla percentuale individuata dal MEF con un apposito Decreto.

Il contributo, che non può essere superiore a € 150.000, è determinato poi applicando una specifica percentuale all'importo del peggioramento del risultato dell’esercizio 2020 rispetto a quello 2019.

Prima di applicare le percentuali per il calcolo del contributo, la differenza del risultato economico di esercizio 2020 rispetto al 2019 va ridotta dei contributi COVID-19 già riconosciuti in relazione ai diversi provvedimenti che si sono succeduti tra il 2020 e il 2021.

Ora con il DM 12.11.2021 il MEF, ai fini della determinazione del contributo a fondo perduto “perequativo” previsto dal c.d. “Decreto Sostegni-bis”, ha: 

- fissato al 30% la percentuale minima di peggioramento del risultato economico relativo al periodo d'imposta in corso al 31.12.2020 rispetto a quello in corso al 31.12.2019;

- individuato le percentuali, applicabili al predetto peggioramento ridotto dei contributi COVID-19 riconosciuti dall’Agenzia delle Entrate, differenziate a seconda dei ricavi / compensi 2019.

In allegato alla presente notizia il decreto MEF del 12.11.2021 e la circolare di commento.