NEWS&PRESS

IRAP e quadro temporaneo sugli aiuti di stato: annunciata la proroga per le regolarizzazioni

È stato prorogato al 30 settembre 2021 il termine per sanare il mancato versamento dell’Irap in violazione del massimale previsto dal Quadro temporaneo sugli aiuti di Stato.



GIAMPAOLO SANTINELLI



DATA DI PUBBLICAZIONE
Venerdi 30 Aprile 2021, ore 11:30


PAROLE CHIAVE
Notizie Tecniche, Credito e Finanza, Fisco


STAMPA
Versione stampabile

Con un comunicato stampa, il Ministero dell’Economia e delle Finanze rende noto che una norma di prossima pubblicazione prorogherà dal 30 aprile 2021 al 30 settembre 2021 il termine per il pagamento, senza sanzioni e interessi, dell’Irap non versata per effetto dell’errata applicazione dell'esonero previsto dall’art. 24 del D.L. 34/2020 (cosiddetto “Decreto Rilancio”).

Si ricorda che l’art. 24 del D.L. 34/2020 ha disposto, a favore delle imprese con Ricavi 2019 non superiori a 250 milioni di euro, l’esonero dal versamento del saldo Irap 2019 e del primo acconto Irap 2020, nel rispetto dei limiti previsti dal Quadro temporaneo sugli aiuti di Stato (1). Con il D.L. 104/2020 (2) è stata riconosciuta la possibilità di regolarizzare la "cancellazione" dell’Irap in esubero rispetto al massimale del Quadro temporaneo – inizialmente posto pari a 800.000 euro e poi elevato a 1.800.000 euromediante il versamento dell’imposta, senza interessi e sanzioni, entro il 30 aprile 2021.

Con la proroga annunciata dal Mef, le imprese che hanno beneficiato dell’esonero dal pagamento dell’Irap avranno tempo fino al 30 settembre 2021 per regolarizzare eventuali splafonamenti.

NOTE:

1. Comunicazione della Commissione europea 19.3.2020 e successive modifiche.
2. Art. 42 bis, c. 5, come modificato dal D.L. 137/2020.

Contatti:

Per ulteriori informazioni contattare Giampaolo Santinelli
tel. 3346634815 e mail: g.santinelli@confindustria.an.it